Il laboratorio IL CERCHIO DI BANPO è un percorso di gruppo centrato sull’assertività e l’affermazione personale.

Il programma del laboratorio ruota intorno a tecniche specifiche per rafforzare l’autostima, gestire emozioni e stati d’animo, porsi obiettivi di crescita personale e di sfida attiva delle proprie paure. Molto pragmatico ed esperienziale, permette di incrementare abilità specifiche e la fiducia nel proprio potenziale.

Di seguito alcune delle tematiche che possono essere affrontate:

  • Le specificità dell’autostima al femminile
  • Il rapporto col “femminile”
  • Il rapporto col “maschile”
  • I meccanismi di intrappolamento e svalutazione del potenziale
  • Costruirsi un’idea di valore personale
  • Difendersi dalla manipolazione affettiva
  • Interrompere i meccanismi che alimentano l’ansia
  • La paura: riconoscerla e sfidarla
  • La rabbia: riconoscerla e usarla in modo costruttivo
  • Difendere i propri confini e i propri diritti
  • Sopravvivere al perfezionismo
  • Costruire un rapporto sano col proprio corpo
  • La violenza di genere e le molestie: come difendersene

Protagoniste ne sono le donne per due ordini di motivi:

– Il laboratorio è l’evoluzione in ambito privato di una precedente esperienza simile realizzata per il centro antiviolenza di Ancona, che permetteva a donne vittime di violenza di emanciparsi anche psicologicamente da contesti di maltrattamento e abuso;

– Se anche l’autostima è un fattore rilevante per tutti, in una cultura ancora profondamente patriarcale e maschilista sono le donne a pagare il prezzo più alto in termini di svalutazione, squalifica, sottostima del valore e delle capacità personali. Riservare un spazio del genere solo alle donne mira a restringere il gap.

Il servizio è pensato per essere itinerante, a disposizione di qualunque realtà (associazioni, centri, sportelli antiviolenza, strutture d’accoglienza) che voglia avvalersene per sé e/o per la propria utenza.

I gruppi possono andare da un minimo di 8 a un massimo di 15 persone. A seconda della dimensione del gruppo e del contesto, il programma viene personalizzato. Anche il numero e la durata degli incontri può essere flessibile in base alle specifiche esigenze del gruppo.

 

Per info: Elena Grilli, 3347418671

Approfondimenti

Catastrofi e violenza di genere

17-19 maggio 2019: formazione ARES (Associazione Regionale di Emergenza Socio-sanitaria) “Un’ora dopo…one week later – Interventi integrati in medicina delle catastrofi.”

Uomini maltrattanti e come non cascarci di nuovo

Il 18 gennaio 2019 si è tenuto  il convegno dal titolo “Ciao maschio. La rappresentazione del maschile nella cultura della violenza.”

L’abuso sessuale in psicoterapia

Ogni relazione di potere, potenzialmente, può implicare una qualche forma di abuso da parte di chi è nella posizione dominante. Il rapporto psicoterapeutico non fa eccezione.

Depressione al femminile

La ricerca ha più volte evidenziato che le donne sono più vulnerabili alla depressione rispetto agli uomini. Analizziamo i motivi per cui questo è vero.

La manipolazione affettiva

Manipolare significa letteralmente “lavorare con le mani”, “influenzare una persona, farle fare ciò che vuoi.”

Tecniche comportamentali al servizio della sicurezza

Articolo di Elena Grilli pubblicato nel 2013 su “Psicoin”.

Il ruolo della psicologa nei percorsi di uscita dalla violenza

Articolo di Elena Grilli pubblicato nel 2011 su “Psicoin“.

Sopravvivere alla violenza

La violenza lascia dei segni, non solo fisici. Una donna che ha subito maltrattamenti può sentirsi annullata, priva di valore, incapace, indegna di affetto, spaventata, o addirittura colpevole degli stessi abusi di cui è stata vittima.

Fronteggiare la violenza

La fondamentale manifestazione della violenza nelle relazioni intime consiste in tutta una serie di strategie anche molto sottili per acquisire e mantenere una solida posizione di potere e controllo.

Linguaggi di genere

Seminario sul sessismo nel linguaggio, di cui la dott.ssa Elena Grilli è stata responsabile scientifica.